Per un membro di Istituto Secolare in che cosa consiste la Secolarità Consacrata? Spesso si pensa che la secolarità consacrata coincida (solo) con il non avere un abito particolare o non avere una vita comunitaria…Non è così: la secolarità è un modo di essere che dà forma a ogni espressione della vita del laico consacrato e che determina in lui un modo specifico di guardare al mondo.

Scrive Germana Sommaruga, fondatrice dell’Istituto secolare Missionarie degli Infermi “Cristo speranza” e strenua sostenitrice della secolarità: “la secolarità non può essere definita perché essa deve essere quel sale, quella luce, quel fermento che si deve mescolare alla vita intera. Non consiste nel vestito, nella casa, nel lavoro come tutti gli altri. E’ un’altra cosa non esprimibile a parole. E’ un atteggiamento profondo che nasce dal di dentro di noi, che si palesa in ciò che siamo, più che in quanto affermiamo di noi stesse”.

Dunque:

secolare è la preghiera che scaturisce e quasi si nutre delle realtà umane nel quale il laico consacrato è inserito. Una preghiera che vuole essere voce di tutte le creature e che scopre e dialoga con Dio per portare a Lui tutta la realtà del mondo;

secolare è il modo di vivere il lavoro, qualunque professione o attività, partecipando allo sforzo di speranza, di liberazione, di promozione umana, nel rispetto e nella solidarietà, nella condivisione delle insicurezze e delle fatiche altrui;

secolare è il modo di vivere l’impegno apostolico che può assumere qualunque forma, sia all’interno della comunità ecclesiale che nella società civile;

secolare è la consacrazione che si radica nel sacramento del Battesimo e della Cresima e si esprime con pienezza attraverso la scelta libera e consapevole di vivere la radicalità evangelica attraverso i consigli evangelici;

secolare è la castità nel celibato/verginità consacrata, perché non solo non allontana dalla vita degli altri, ma spinge a diventare segno di amore universale, mostrando che ci si può dedicare gioiosamente a tutti, senza legarsi a nessuno, avendo cura soprattutto dei più bisognosi;

secolare è la forma dell’obbedienza che anima lo spirito di iniziativa e di responsabilità propria del laico consacrato che cerca di scoprire come aderire e collaborare alla realizzazione del disegno d’amore del Padre nel concreto delle situazioni;

secolare è la forma della povertà che spinge a vivere in modo sobrio e libero e che sollecita ad una condivisione di tutto ciò che siamo, abbiamo e facciamo per testimoniare la fraternità;

secolare è la fraternità che non prevede una vita comunitaria, ma una vita in comunione che è strumento di formazione ad un’ unica spiritualità e ad un unico carisma e luogo di verifica della fedeltà.

Gruppo di MdI di Milano